Clima, Oms: “Se applicato l’accordo di Parigi del 2015 può salvare un milione di vite all’anno”


RISPETTARE gli obiettivi previsti dall’accordo sul clima di Parigi del 2015 potrebbe consentire di salvare circa un milione di vite all’anno in tutto il mondo entro il 2050 solo con la riduzione dell’inquinamento dell’aria. È quanto afferma l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) in un rapporto lanciato alla conferenza Onu sul clima COP24 in corso a Katowice, in Polonia, in cui si sottolinea come le considerazioni sulla salute siano fondamentali per l’avanzamento dell’azione sul clima e si evidenziano alcune raccomandazioni chiave per i politici.

Il documento, intitolato “COP24 special report: health and climate change”, afferma che l’esposizione all’inquinamento dell’aria causa 7 milioni di morti all’anno in tutto il mondo e costa globalmente 5,11 trilioni di dollari Usa in spese per il welfare. Nei 15 Paesi responsabili della maggior parte delle emissioni di gas serra, l’impatto sulla salute dell’inquinamento dell’aria si stima che costi oltre il 4% del loro Pil, prosegue l’Oms, sottolineando che invece le azioni per rispettare gli obiettivi dell’accordo di Parigi costerebbero circa l’1% del Pil globale.

“Potenzialmente l’accordo di Parigi è il più forte accordo sanitario di questo secolo”, afferma il direttore generale dell’Oms, il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Ci sono chiare prove che il cambiamento climatico sta già avendo un impatto serio sulle vite umane e sulla salute. Minaccia gli elementi base di cui tutti abbiamo bisogno per la buona salute – cioè aria pulita, acqua potabile sicura, forniture di cibo nutriente e un riparo sicuro – e minerà decenni di progresso nella sanità globale”, prosegue, concludendo che “non possiamo permetterci di ritardare ulteriormente l’azione”. Secondo l’Oms, passare a fonti di energia low-carbon non solo migliorerà la qualità dell’aria ma fornirà opportunità aggiuntive di benefici immediati per la salute. Per esempio, introducendo opzioni di trasporto attive come muoversi in bicicletta aiuterà ad aumentare l’attività fisica, che a sua volta aiuterà a evitare malattie come diabete, cancro e malattie del cuore.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


LINK UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml