Fondi per le scuole di El Paso, Gilroy e Dayton: la missione di Lady Gaga dopo le stragi


L’America che spara, l’America dei ventenni armati d’odio e cospirazioni ha bisogno di ascolto. E di ricominciare da un giardino che renda “più bella e accogliente la nostra scuola”, dai libri che ci parlano “di inclusione e di gentilezza”, dall’arte che non arriva in certe zone di confine, può fare la differenza. I professori lo chiedono, Lady Gaga fa la sua parte.

Dopo le stragi di El Paso, Dayton e Gilroy, la cantante americana ha deciso di finanziarie più di 160 classi nelle città colpite dalle mattanze e dare agli insegnanti “il sostegno di cui hanno bisogno per ispirare i loro studenti a lavorare insieme e a realizzare i loro sogni”, ha scritto sul suo profilo Facebook.

Gaga non è nuova all’impegno sociale, già nel 2011 aveva creato una fondazione, Born This Way, per contrastare con progetti culturali il fenomeno del bullismo nelle scuole. La collaborazione con DonorsChoose.org era la scelta più naturale: la piattaforma di crowdfunding è la più conosciuta e utilizzata in America per finanziare iniziative nelle scuole pubbliche. Fu creata nel 2000 da Charles Best, un ex professore di storia che dopo la laurea aveva insegnato per un po’ in alcune scuole pubbliche del Bronx, rendendosi conto di quanto fosse ampio il divario con le scuole private e ben finanziate: dai libri alla tecnologia, mancava un po’ tutto.

Su DonorsChoose.org i professori e gli studenti condividono i loro progetti, i donatori possono scegliere quali sostenere e con quanto. A gennaio del 2018, la società ha detto di aver raggiunto il notevole risultato di 1 milione di progetti finanziati: in pratica, nell’80% delle scuole pubbliche degli Stati Uniti almeno un progetto ha visto la luce grazie ai fondi raccolti su DonorsChoose.org.

Nell’ultimo mese, 33 americani sono caduti nella guerra senza fronti delle armi. Il 4 agosto, a El Paso il 21 enne suprematista bianco Patrick Crusius è entrato in un Walmart in assetto da combattimento e ha ucciso a freddo 22 persone. Meno di 24 ore dopo, il 24enne Connors Betts ne massacrava altre 9 a Dayton. Il 30 luglio un 19 enne italo-iraniano aveva sparato a tre persone a un festival a Gilroy.

“Voglio incanalare la mia confusione, la mia frustrazione e la mia rabbia in qualcosa che dia speranza”, ha scritto Lady Gaga nel post in memoria delle vittime. “Non abbiate paura di chiedere aiuto, vi prego. Se vedete delle persone care che soffrono, siate coraggiosi e allungate la mano, ascoltateli”


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


LINK UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml