Football Leader 2019, premi al Torino e a Zaniolo


NAPOLI – Sono stati svelati altri due premiati della settima edizione di Football Leader, il premio organizzato dalla DGS sport e cultura in collaborazione con l’Assoallenatori in programma a Napoli dal 3 al 5 giugno. Si tratta del Torino, nella persona del presidente Urbano Cairo, e di Nicolò Zaniolo della Roma. Il club granata ha vinto il premio Financial Fair Play “per l’oculata e virtuosa gestione economica di un club calcistico, coniugando investimenti illuminanti e importanti risultati sportivi con le esigenze di bilancio rientranti nei parametri del vigente Fair Play Finanziario europeo. Il Torino e le capacità manageriali di Cairo seguono il percorso di un progetto sportivo ambizioso su un binario di un modello imprenditoriale di riferimento”.
Zaniolo si è invece aggiudicato il “Leader Under 21” di Football Leader essendo stato il più votato dagli allenatori iscritti all’AIAC. Il 19enne centrocampista giallorosso ha vinto “per aver mostrato le stimmate del campione nel primo anno di serie A, evidenziando classe cristallina e leadership in campo e fuori. Zaniolo è in poco tempo diventato una delle più grandi promesse del calcio italiano e internazionale: talento e carisma al servizio della Roma e della Nazionale Italiana”. Zaniolo succede, nel prestigioso albo d’oro della categoria, a Insigne, Romagnoli, Berardi, Bernardeschi, Chiesa e Cutrone.

In precedenza erano stati annunciati altri premiati. Fabio Paratici, direttore sportivo della Juve, riceverà il premio “Dirigente dell’anno” per essere stato “il principale artefice del colpo del secolo”, ovvero dell’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus, e per aver guidato “l’area sportiva del club che ha centrato lo storico ottavo scudetto consecutivo, dimostrando competenza, leadership e straordinarie capacità manageriali”. All’agente Claudio Vigorelli il premio speciale “Football Leader Manager” per “la sua carriera luminosa, che lo ha portato a gestire grandi campioni con competenza, lungimiranza, scoprendo altresì straordinari talenti a cui ha consentito l’affermazione internazionale nel mondo del calcio”.
Premio speciale alla carriera all’allenatore svedese Sven Goran Eriksson “allenatore il cui stile in campo e fuori ha tratteggiato decenni del calcio mondiale”. Al direttore generale del Genoa Giorgio Perinetti il premio “Scouting Leader”, assegnato dalla giuria speciale, “per la sua notevole carriera di scopritore di talenti, nelle giovanili della Roma, del Napoli e della Juventus e poi dirigendo l’area sportiva di numerosi club di serie A”.

La cerimonia ufficiale di premiazione è in programma martedì 4 giugno alle ore 17.30 presso l’Auditorium del Royal Continental Hotel, in una giornata che si chiuderà con la cena di gala presso il prestigioso “D’Angelo Santa Caterina”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Sito Ufficiale