Hong Kong: riprendono i voli dopo il blitz di ieri dei manifestanti


Riprendono da stamane i voli all’aeroporto di Hong Kong, dopo una giornata di cancellazioni a causa della protesta contro le autorità locali e il governo cinese che ha paralizzato lo scalo. Sul sito dell’aeroporto si possono vedere le prime partenze programmate.

Il traffico all’aeroporto di Hong Kong è ripreso all’alba dopo essere stato invaso dai manifestanti anti-governativi che ne hanno bloccato le attività.
“Abbiamo ripreso i check-in”, ha detto un portavoce dell’aeroporto all’Afp. Le bacheche degli avvisi di partenza e di arrivo indicano anche l’imminente ripresa dei decolli e degli atterraggi.

Sono rimasti nello scalo solo una manciata delle migliaia di manifestanti che hanno invaso l’aeroporto ieri.

Ieri infatti tutti i voli da e per Hong Kong erano stati annullati a causa delle proteste contro Pechino che da cinque giorni si svolgono nel terminal principale dello scalo internazionale.

Circa 5.000 persone, in maggioranza vestite di nero, si sono concentrate nell’area degli arrivi e il sit-in di tre giorni per la democrazia che originariamente doveva terminare ieri sera continua. E dopo settimane di braccio di ferro, repressione e scontri il governo cinese accusa gli attivisti di “terrorismo”.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


LINK UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml