Meghan viola l’etichetta per sedere accanto ad Harry a cena


LONDRA – Meghan Markle fa arrabbiare di nuovo i tabloid. La sua ultima colpa sarebbe che non rispetta l’etichetta di corte o l’etichetta in generale. Una delle cui regola vuole che, nelle cene di una certa importanza, in cui è il padrone di casa a decidere in anticipo dove si metteranno a sedere gli ospiti, marito e moglie non siedano uno accanto all’altro. Ma la duchessa del Sussex non ci sta. Secondo quanto riporta il Daily Mail, in varie occasioni ha insistito per mettersi di fianco ad Harry, infischiandosene delle norme del galateo più o meno reale.

Non sembra una grave colpa, per una donna che viene da Hollywood e ha già segnalato in più occasioni di volere fare come le pare: per esempio con il rifiuto di mettersi in posa per i paparazzi all’uscita della clinica con coniuge e bebè, probabilmente con il pieno appoggio di Harry che i fotografi, per note ragioni, non li sopporta. Il fatto è che la stampa popolare, dopo averla idolatrata fino al matrimonio, non gliene perdona più una, forse in cerca di gossip e polemiche sulla famiglia reale, che fanno sempre vendere copie.

Cosa ci sia di vero sulla riluttanza di Meghan a sedersi a tavola lontano dal marito, per di più, nessuno lo sa con certezza, al di fuori dei Windsor. Così come su un’altra rivelazione domenicale dei tabloid sulle circostanze del presunto litigio fra Harry e Meghan, da una parte, e William e Kate, dall’altra. I giornali raccontano che tutto è cominciato proprio al sorgere dei primi attacchi della stampa contro Meghan, una sera in cui lei e il marito erano a cena da William e Kate. Messi a letto i bambini di questi ultimi, Harry avrebbe lanciato una irata lamentela contro il fratello e la cognata, protestando perché la coppia non “sosteneva abbastanza” Meghan.

Come che sia, i giornali riconoscono che ultimamente i rapporti fra le due coppie, e in particolare fra le due mogli, sono migliorati, prova ne sia i sorrisi, definiti “più spontanei”, tra Kate e Meghan all’ultimo torneo di Wimbledon, dove un giorno sono andate insieme, loro due sole. A un’edizione precedente erano apparse più “ingessate e formali”. Che dire: un paese in recessione, con la sterlina che crolla e il disastro annunciato della Brexit alle porte, deve pur trovare qualcosa con cui distrarsi. La royal family, e le favole che i media vi ricamano intorno, serve anche a questo.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


LINK UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml