Mondiale 2002, Trapattoni replica a Moreno: “Il carcere non lo ha reso umile”


ROMA – A 17 anni da quel Corea del Sud-Italia del mondiale del 2002, l’arbitraggio scandaloso dell’ecuadoriano Byron Moreno è ancora una ferita aperta nel cuore di Giovanni Trapattoni, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni alla stampa dell’ex fischietto internazionale nelle quali, dopo essersi assegnato un 8 in pagella, ha definito l’allora ct italiano un “codardo”, perché “espulso Totti ha messo Tommasi”, mentre a suo dire “l’unico capace di attaccare era Del Piero”.

LA REPLICA DEL TRAP – “Il carcere non ti ha trasmesso umiltà”. E’ la durissima replica su twitter del Trap: “Essere chiamato codardo da Moreno mi mancava!”, scrive l’ex Ct che poi aggiunge: “Che dire? Io lo reputo, invece, molto coraggioso (o folle) per essere tornato a difendere quell’arbitraggio. Caro Byron, la prigione e gli anni non sembrano averti trasmesso un minimo di umiltà”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica





Sito Ufficiale