Usa, Trump: “L’Iran vuole fare un accordo sul nucleare, le sanzioni pesano sull’economia del Paese”


“L’Iran vuole fare un nuovo accordo sul nucleare perchè le sanzioni stanno pesando sull’economia del Paese”. Lo ha detto il presidente americano Donald Trump durante un comizio in corso a Manchester, nel New Hampshire. “Finchè sarò presidente – ha aggiunto – l’America non si piegherà mai ad un’altra nazione, come abbiamo fatto per molti anni”.

Il 7 luglio l’Iran aveva dato seguito alle minacce e aveva iniziato ufficialmente la seconda fase del piano per ridurre i suoi obblighi previsti dall’accordo sul nucleare del 2015, aumentando il livello di arricchimento dal 3,67% stabilito dall’accordo.

L’annuncio dell’Iran era arrivato allo scadere dell’ultimatum di 60 giorni intimato ai Paesi dell’Unione europea, partner dell’accordo nucleare, perché salvassero l’intesa varando misure efficaci per allentare la stretta sul commercio provocata dalle sanzioni statunitensi.

All’Iran aveva risposto l’Europa, il 9 luglio. I firmatari europei dell’accordo sul nucleare, il Joint Comprehensive Plan of Action del 2015, avevano richiesto tramite una nota congiunta una retromarcia dell’Iran riguardo l’arricchimento dell’uranio: il Paese sta infatti superando i limiti imposti, contravvenendo così all’intesa.  

I firmatari europei avevano infatti spiegato che “l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) ha confermato che l’Iran ha iniziato ad arricchire l’uranio al di sopra del limite massimo consentito stabilito nell’accordo”.

La tensione Iran Usa era salita alla fine di giugno dopo gli attentati ad alcune petroliere. In quel frangente Trump aveva detto di aver “sospeso” un raid aereocontro lo stato islamico dieci minuti prima che cominciasse. Ma da quel momento era iniziata contro l’Iran una cyber war, un attacco informatico in grande stile.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


LINK UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/esteri/rss2.0.xml